venerdì 20 giugno 2014

In My mailbox Giugno #1

Ciao lettori,
oggi un nuovo appuntamento con la rubrica in my mailbox.
Ideata da The Story Siren, In my Mailbox è una rubrica in cui si mostrano le nuove entrate librose che si sono aggiunte alla libreria. 

Ormai non ho più scuse e sto per andare dritta al manicomio, credo di avere una bellissima malattia non curabile che mi spinge ad avere sempre più libri. La causa è anche dei mercatini dell'usato, che frequento settimanalmente e offrono sempre una vasta scelta a basso costo. E poi vogliamo parlare degli scambi? Santi siano!
Sono tutti libri che facevano parte della mia wishlist, anche se è sempre più lunga, ed è inutile spiegarvi la mia felicità.
Iniziamo con Io che amo solo te di Luca Bianchini, un made in Italy che ha tutte le carte in regola per essere una buona lettura, e poi possiedo già La cena di Natale, il suo seguito.
Il tempo è un bastardo è stato il regalo di una mia amica, inutile dirvi da quanto tempo lo desideravo e sono davvero curiosa. Le recensioni oscillano tra negative e positive, quindi non mi lascerò influenzare e vedrò cosa aspettarmi.
La mia famiglia e altri animali è uno di quei libri che non poteva mancare nella mia libreria proprio perchè io amo gli animali.E' il racconto di un'esperienza durata cinque anni nell'isola di Corfù,di quando l'autore ne aveva appena dieci.
La sottile linea scura è un titolo consigliato e che ho deciso di leggere per via dell'ambientazione e del periodo. Mi sto appassionando ai libri ambientati negli anni 50 :)
E infine ho deciso di sperimentare John Irving, tanti ne parlano bene e ho pensato di iniziare con questo libro pazzo. Leggete la trama e poi ditemi che non è fantastico :D

 

         LUCA BIANCHINI
           Io che amo solo te

Ninella ha cinquant'anni e un grande amore, don Mimì, con cui non si è potuta sposare. Ma il destino le fa un regalo inaspettato: sua figlia si fidanza proprio con il figlio dell'uomo che ha sempre sognato, e i due ragazzi decidono di convolare a nozze. Il matrimonio di Chiara e Damiano si trasforma così in un vero e proprio evento per Polignano a Mare, paese bianco e arroccato in uno degli angoli più magici della Puglia. Gli occhi dei 287 invitati non saranno però puntati sugli sposi, ma sui loro genitori, la cui antica passione è un vulcano solo temporaneamente spento. A sorvegliare la situazione c'è comunque la futura suocera di Chiara, la "First Lady", incaricata di gestire una festa di matrimonio preparata da mesi. Ma è un attimo e la situazione può precipitare nel caos, grazie a un susseguirsi di sorprese e a una serie di personaggi esilaranti: dal testimone gay che si presenta con una finta fidanzata, al truccatore che obbliga la sposa a non commuoversi per non rovinare il make-up.
Il negativo dell'amore          MARIA PAOLO COLOMBO
      Il negativo dell'amore

Cosa ti aspetta se sopravvivi alla notte in cui tua madre ha deciso di buttarsi nel fiume portandoti con sé? Cica ha paura dell'acqua, o meglio, ne ha un terrore mortale, che sia il mare o il filo d'acqua di un rubinetto. "Cica" è il soprannome che le hanno affibbiato gli altri bambini della colonia, a causa dei due segni curvi che porta sulla schiena, come cicatrici di ali strappate. Cresce in una piccola città del Nord Italia, per compagni un cane lupo e i libri prestati da una vicina di casa capace di tenere i segreti. E cosa ti attende se nasci con un cromosoma in più? Walker un nome ce l'avrebbe, ma a causa della sua passione per il ranger dei telefilm tutti lo chiamano così. Walker è nato in Puglia, primo di tre fratelli, in un giorno d'estate: per il suo compleanno la famiglia organizza sempre una grande festa in campagna. È nato coraggioso, corre in sella al cavallo Fulmine o accanto al nonno, sull'Apecar. Walker è nato con la trisomia del cromosoma 21: è un bambino down. Qualche anno dopo, Cica e Walker sono due adolescenti alla ricerca del proprio posto nel mondo. Non si conoscono, non sanno di avere lo stesso candore, la stessa audacia: due anime leggere e ostinate come steli di gramigna, a dispetto dei pronostici del mondo. Li attende una notte di ottobre, calda come d'estate: un incontro esplosivo e rivelatore, uno di quei rari momenti capaci di illuminare il buio di tutta una vita e di lasciare tra le mani una fiamma per disperderlo, almeno per poterlo guardare.
      JOE R. LANSDALE
             La sottile linea scura

Nell'afosa estate texana del 1958, il tredicenne Stanley Mitchell lavora nel drive-in del padre, e mette il naso in un segreto che doveva rimanere celato. E la "perdita dell'innocenza" di Stanley, in quell'estate in cui il mondo per lui cambia per sempre, coincide con il miracolo di una resurrezione davvero magica. In perfetta naturalezza, Lansdale ricrea le voci, il sapore, la vita, di un tempo scomparso del tutto, come non fosse mai esistito. La "sottile linea scura", che segna per Stanley la scoperta del male del dolore e della morte insieme con l'esplosione del sesso e la consapevolezza del conflitto razziale, diventa la parete trasparente da varcare per immergerci in quegli anni Cinquanta lontani ormai come la preistoria.
      JENNIFER EGAN
          Il tempo è un bastardo

"Il tempo è un bastardo" è un romanzo insolito, formato da una serie di racconti collegati dal ricorrere degli stessi personaggi. Al centro ci sono Bennie Salazar, ex musicista punk e ora discografico di successo, e il suo braccio destro Sasha, una donna di polso ma dal passato turbolento. Le loro storie si snodano fra la San Francisco di fine anni Settanta e una New York prossima ventura in cui gli sms e i social network strutturano le emozioni collettive, passando per matrimoni falliti, fughe adolescenziali nei bassifondi di Napoli, scommesse azzardate su musicisti dati troppe volte per finiti. Intorno a Bennie e Sasha si compongono le vicende delle loro famiglie e dei loro amici: una galleria di coprotagonisti grazie alla quale Jennifer Egan riesce a raccontare le degenerazioni del giornalismo e dello star-system, la meraviglia delle droghe psichedeliche, le dinamiche emotive di un bambino autistico nella provincia americana del futuro. "Il tempo è un bastardo" supera gli stereotipi della narrativa tradizionale ma resta godibile e appassionante per tutti i lettori: un romanzo-mondo aperto alle infinite possibilità dell'esistenza e della prosa, che si è conquistato la vetta della scena letteraria americana e internazionale.
      JOHN IRVING
        Hotel new Hampshire

Questa è la storia di una famiglia un po' eccentrica e sgangherata. A raccontarla in prima persona è uno dei cinque figli, quello di mezzo, che dà l'avvio alla narrazione dal giorno in cui suo padre si comprò un orso e sposò sua madre. Poi venne il sidecar e infine i cinque figli. Così equipaggiata la famiglia Berry vaga per il mondo alla ricerca del luogo perfetto per l'Hotel New Hampshire, un "luogo dove ognuno di noi può essere se stesso". Mentre il lettore si addentra nelle mirabolanti e scanzonate avventure della famiglia Berry alla conquista della terra promessa, altri personaggi si avvicendano a ricoprire i ruoli di questa storia: terroristi e domatori, sognatori e prostitute, stupratori e frustati, animali impagliati e illusionisti.
    ANDREW SEAN GREER  
Le vite impossibili di Greta Wells

1985. Dopo la morte del suo amato fratello gemello Felix, e la fine della lunga relazione con il compagno Nathan, Greta Wells decide di iniziare un trattamento psichiatrico. Ma la cura ha effetti collaterali inattesi, e Greta si ritrova trasportata nelle vite che avrebbe potuto vivere se fosse nata in epoche diverse. Nel 1918, in cui Greta è un'adultera bohémienne; e nel 1941, dove Greta si scopre invece madre e moglie devota. Anche se lontane nel tempo e diverse tra loro, le tre vite di Greta Wells hanno innegabili affinità: sono tutte segnate da tensioni famigliari e scelte difficili, da perdite e doni del destino, e in ciascuna vita c'è un prezzo da pagare per riuscire a spuntarla. Così la Greta del 1985 scopre che le sue alias sono imprevedibili, uniche, come forse lo è anche lei. Perché questo viaggio nel tempo è un viaggio all'audace scoperta di se stessa. Mentre la cura volge al termine, e il tempo avrà svelato i suoi paradossi, Greta dovrà scegliere quale se stessa voler essere, quale tempo e vita abitare. Avvolto da un'atmosfera magica, "Le vite impossibili di Greta Wells" non è solo un romanzo che racconta un viaggio nel tempo, ma delinea il ritratto struggente e indimenticabile di una donna dalla complessità inesauribile, cui neppure il tempo può tracciare i confini.»
       GERALD DURELL
    La mia famiglia e altri animali

«Questa è la storia dei cinque anni che ho trascorso da ragazzo, con la mia famiglia, nell’isola greca di Corfù. In origine doveva essere un resoconto blandamente nostalgico della storia naturale dell’isola, ma ho commesso il grave errore di infilare la mia famiglia nel primo capitolo del libro. Non appena si sono trovati sulla pagina non ne hanno più voluto sapere di levarsi di torno, e hanno persino invitato i vari amici a dividere i capitoli con loro»: con queste parole, dove già traspare la sua accattivante ironia, Gerald Durrell presenta questo libro, uno dei più universalmente amati che siano comparsi in Inghilterra negli ultimi anni. Non sono soltanto memorie, né soltanto osservazioni di storia naturale, sembra avvertirci discretamente Durrell – e aspetta che il lettore si inoltri nel libro perché scopra da solo che cosa è veramente: la storia di un Paradiso Terrestre, e di un ragazzo che vi scorrazza instancabile, curioso di scoprire la vita (che per lui, futuro illustre zoologo, è soprattutto la natura e gli animali), passando anche attraverso avventure, tensioni, turbamenti, tutti però stemperati in una atmosfera di tale felicità che il lettore ne viene fin dalle prime pagine contagiato.




Avete letto qualcuno di questi libri? Sono curiosa di sapere i vostri pareri :)

13 commenti:

  1. Anch'io sto attendendo che mi arrivi il libro di Durrell, desidero leggerlo da parecchio tempo!
    Ho letto solo il libro di Luca Bianchini e mi è piaciuto, crudelmente vero ma qualche volta esagera sfiorando l'offesa. E non era necessario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò appena lo leggo, anche perchè ho il seguito che mi aspetta e sono davvero curiosa. Il libro di Durrell spero ne valga la pena, la storia promette davvero bene ^^

      Elimina
  2. Le Vite impossibile di Greta Wells è uno dei libri che voglio assolutamente leggere..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai? :) Io l'ho preso in scambio da una stessa persona, non lo conoscevo se non di vista, ma la storia sembra davvero carina

      Elimina
  3. Il tempo è un bastardo è da tantissimo tempo che lo voglio leggere *-*
    Aspetto la tua opinione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesco! Lo desideravo da tantissimo tempo e spero di leggerlo molto presto. Ti farò sapere :)

      Elimina
  4. Hai fatto degli acquisti proprio interessanti, anche io sono tentata da Irving e questo mese poi ci sono un sacco di sconti, quindi la tentazione è ancora maggiore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beth! Ma dove andremo a finire? XD
      Ho di Irving anche le regole della casa del sidro, che spero di iniziare a breve

      Elimina
  5. John Irving m' intriga molto....sarà una delle mie prossime letture,ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serenella, fammi sapere poi cosa ne pensi :)

      Elimina
  6. La metà di questi libri è presente anche nella mia wishlist quindi INVIDIA!!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahhahahaha e non ti dico quanti ne vorrei ancora XD

      Elimina
  7. Le vite impossibili di Greta Wells mi ispira tantissimo, che viaggio, wow!
    Il tempo è un bastardo ha un titolo che è tutto un programma, ma il fatto che sia una raccolta mi fa storcere il naso, perché non mi piacciono, è più forte di me!
    Ho letto Io che amo solo te ed è carinissimo ;)

    RispondiElimina