venerdì 27 giugno 2014

Recensione: La verità sul caso Harry Quebert di Joël Dicker

             Joël Dicker
   La verità sul caso Harry Quebert

Estate 1975. Nola Kellergan, una ragazzina di 15 anni, scompare misteriosamente nella tranquilla cittadina di Aurora, New Hampshire. Le ricerche della polizia non danno alcun esito. Primavera 2008, New York. Marcus Goldman, giovane scrittore di successo, sta vivendo uno dei rischi del suo mestiere: è bloccato, non riesce a scrivere una sola riga del romanzo che da lì a poco dovrebbe consegnare al suo editore. Ma qualcosa di imprevisto accade nella sua vita: il suo amico e professore universitario Harry Ouebert, uno degli scrittori più stimati d'America, viene accusato di avere ucciso la giovane Nola Kellergan. Il cadavere della ragazza viene infatti ritrovato nel giardino della villa dello scrittore, a Goose Cove, poco fuori Aurora, sulle rive dell'oceano. Convinto dell'innocenza di Harry Ouebert, Marcus Goldman abbandona tutto e va nel New Hampshire per condurre la sua personale inchiesta. Marcus, dopo oltre trentanni deve dare risposta a una domanda: chi ha ucciso Nola Kellergan? E, naturalmente, deve scrivere un romanzo di grande successo.



Non so cosa verrà fuori da questa recensione e non so cosa riuscirò a dirvi o a trattenermi dal dirvi. Mi assumo ogni responsabilità. Il problema è che vorrei raccontarvi tutto, descrivervi ogni microscopico sviluppo nel modo più minuzioso possibile e spiattellare così l'intera fine del libro. Perchè, lettori cari, dovete capire che questo libro è un esordio con i botti!
Quasi 800 pagine che scivolano via in un soffio e che ti restano dentro, le vivi in pieno dalla prima all'ultima.
Questo romanzo è più letale di una droga e, io che non fumo neanche una sigaretta, mi ha reso dipendente. Ero come manipolata, non riuscivo e non volevo smettere di leggere, ogni pagina chiamava la seguente e io non potevo chiudere il libro e addormentarmi. Ero davvero arrabbiata con me stessa: santo cielo, non potevo abbandonare un libro del genere!
Volevo assaporarlo, gustarmelo, viverlo fino alla parola fine.
Questa è una di quelle letture che ti lasciano con la bocca aperta, come un deficiente, e ti colpiscono come un schiaffo in pieno volto per  la sua genialità.
Non è quella come nel libro L'amore bugiardo, ma per differenti motivi lo batte e anche tanto.
Un romanzo davvero ben confezionato con tanto di fiocco rosso, ti rapisce con il suo ritmo incalzante e l'intreccio delle vicende che si snodano nei vari capitoli. Scritti bene e mai lento, banale e noioso.
La verità sul caso Harry Quebert è la storia di due amici, di due uomini, uniti da un'amicizia prettamente letteraria. Harry Quebert è l'insegnante mentre Marcus Goldman è l'allievo.
Arriva quel momento fatidico nella vita di uno scrittore, quello dove non riesci a scrivere una sola pagina del tuo nuovo romanzo. Ci provi ma nulla. Marcus conosce bene quel momento e può trovare aiuto solo nel suo professore Harry, se non fosse che è accusato di un omicidio avvenuto nel 1975.
Il cadavere della giovane Nola Kellergan è stato ritrovato nel giardino della proprietà di Harry Quebert, accanto al manoscritto del suo romanzo d'esordio e best seller dalla fama mondiale. Il caso irrisolto si riapre dopo 33 anni e mette alla luce l'amore tra uno scrittore adulto e una cameriera di soli 15 anni.
Tutte le accuse ricadono su di lui, ma Marcus vuole vederci chiaro e inizierà la sua indagine privata che scuoterà polveri e segreti nella cittadina di Aurora.
Marcus non sa di essere nell'occhio del ciclone e si renderà conto che questa faccenda è molto più grande di quel che immaginava.
Un giallo mozzafiato, ricco di colpi di scena e un ritmo narrativo davvero strepitoso.
Un libro che ti accompagna nelle indagini, diventi un investigatore oltre che lettore, e puoi interagire anche tu perchè l'autore non lascia niente per strada. Ritorna su alcuni avvenimenti, li spiega attraverso diversi punti di vista e ti lascia libero di poter farti una tua idea. Chi è il vero assassino?
Le versioni mutano di continuo e la verità è ben lontana da quella che immaginiamo. Quindi, occhi aperti e attenzione ai particolari.
La verità sul caso Harry Quebert è davvero un buon giallo, perchè tiene alti i sospetti senza concentrarli su un solo personaggio, ma su tanti fino alla fine. Ci gira intorno e fa un viaggio lunghissimo, attraverso il racconto di ogni protagonista, e fa in modo che il lettore possa essere attirato o meno dalla loro versione dei fatti.
Io resto basita dalla quantità di recensioni negative, non posso davvero crederci. Questo libro è una piccola perla e vorrei tanto, ma davvero tanto, averlo scritto io.

22 commenti:

  1. Non ho letto la recensione Lucrezia. meglio ne ho lette 2 righe. Mi è bastato l'entusiasmo iniziale per convincermi...lo inizierò quanto prima....:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehehehe tanto non c'erano spoiler :D
      Devi assolutamente prenderlo e portarlo al mare :)

      Elimina
  2. Questo libro è da quando è uscito che continua a chiamare il mio nome e implorarmi di leggerlo!, ma accidenti! Continuo a rimandare a causa della sua lunghezza D:
    Magari quest'estate prendo coraggio e me lo leggo ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ambra, fidati di me, anche io la pensavo uguale e avevo torto marcio. Scivola liscio come l'olio :)

      Elimina
  3. Io le recensioni negative nn le ho lette, ma mi basta la tua e tutto l'entusiasmo che trasmette per convincermi che questo è un titolo da non perdere. Lo prenderò di sicuro ^^

    RispondiElimina
  4. Sono d'accordo anche io!!!L'ho divorato la scorsa estate, e nonostante le recensioni negative (che ammettiamolo, sono parecchie) continuo a stupirmi perchè mi ha stregata!!

    RispondiElimina
  5. L'ho visto in biblioteca ma, non sapendo cosa aspettarmi date le recensioni oscillanti, non l'ho preso.
    Rimedierò la prossima volta ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :) Se ti capita di trovarlo in biblioteca ti consiglio di portartelo subito a casa!

      Elimina
  6. Grazie per questa recensione, questo libro mi ha sempre incuriosita.. lo leggerò sicuramente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :) Se ti capita portalo al mare, vedrai :)

      Elimina
  7. Sono felicissima che ti sia piaciuto, non vedo l'ora di scoprire gli attori che prenderanno per il film!! Per il momento è il libro che mi è piaciuto di più quest'anno ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ODDIOOOOOO! Prima mi attende l'amore bugiardo, oddiooooo
      Non resisterò, che meraviglia *_*

      Elimina
  8. In tutta la mia vita ho letto solo due gialli, uno non mi è piaciuto e l'altro non mi ha lasciato entusiasta quindi penso proprio che dopo questa recensione adorante, e fidando i dei tuoi gusti mi procurerò questo libro... Adoro le indagini in cui il sospettato cambia di continuo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucy, questo libro è davvero molto di più. Potrei scrivere per ore, ma, se ti capita, ti consiglio di leggerlo :)

      Elimina
  9. Adesso che è uscita l'edizione un po' più economica ci farò un pensierino, però è vero che le opinioni su questo libro sono molto contrastanti, ad esempio mia cugina me lo consiglia molto, mia zia sostiene sia una stupidaggine di libro, eppure hanno gusti simili...Mah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando è così non ti resta che leggerlo :D

      Elimina
  10. Ciao Lucrezia! Aspettavo la tua recensione, ho letto tantissimi giudizi poco lusinghieri su questo romanzo, è per questo che ancora non l'ho iniziato pur avendolo sul mio scaffale! Questo tuo giudizio entusiasta però mi rincuora davvero perché la trama mi aveva da subito affascinata ^^ Bene non mi resta che leggerlo e raccontarti le mie impressioni ;-) Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jerry! Devi assolutamente iniziarlo e farmi sapereeee :) Buona lettura

      Elimina
  11. Mi mancano cinquanta dannatissime pagine e sto impazzeeeendo yaaaah ��
    Davvero, è stupendo!
    Arriverà presto la pausa pranzo vero???? Vero??? Aiuto!!!

    (Spinta dalla curiosità e incredula, sono andata a leggere le recensioni negative.. Ehhhh a pag.90 già avevano capito tutto! Che manco l'ispettore Gadget!)

    RispondiElimina
  12. E' nella mia wishlist da parecchio :) dico sempre che voglio leggere gialli e thriller e poi alla fine non inizio mai xD
    Complimenti per la recensione ;)

    RispondiElimina
  13. Ho avuto le tue stesse reazioni!!! Nonostante le tantissssime pagine l'ho letto in tre giorni, impossibile fare altrimenti!! :)

    RispondiElimina